Presidente della Repubblica Enrico De Nicola

https://dati.quirinale.it/lod/presidente/pdr-001-000001 an entity of type: PresidenteDellaRepubblica

Capo provvisorio dello Stato 1° luglio 1946-31 dicembre 1947
Presidente della Repubblica 1° gennaio-11 maggio 1948

Esponente della classe dirigente liberale prefascista, insigne avvocato, garante della transizione dalla Monarchia alla Repubblica, De Nicola, eletto Capo provvisorio dello Stato dall'Assemblea Costituente il 28 giugno 1946, dal 1° gennaio 1948 assunse le attribuzioni e il titolo di Presidente della Repubblica.

Nei due anni del suo mandato - che videro la firma del trattato di pace, la liquidazione delle conseguenze della guerra dal punto di vista internazionale; l'elaborazione e l'entrata in vigore della Costituzione; l'avvio del Paese verso le elezioni politiche generali - De Nicola diede origine a uno stile e a una interpretazione della funzione presidenziale in senso "notarile", discreta, non interventista, ma estremamente attenta ai profili formali e di garanzia.

Significativo uno scritto, ascrivibile al primo quadrimestre del 1948, a consuntivo della sua attività, "Sui Poteri del Capo provvisorio dello Stato", ove chiariva "si è dovuta creare così, giorno per giorno, una nuova prassi che potrà essere osservata anche in armonia con le nuove norme costituzionali. Ed è motivo di conforto constatare che in questo periodo transitorio, privo di norme scritte, non si sia verificato nessun caso che desse luogo a critiche o interpretazioni discordi." .

Fu uomo, come lo ricorda Cesare Merzagora nella commemorazione pronunciata al Senato il 6 ottobre 1959, più propenso a «consigliare, suggerire soluzioni e decisioni, anziché assumerle».

Presidente della Repubblica Enrico De Nicola 

data from the linked data cloud

DATA